Extravergine di qualità

Non è facile fare un buon olio.

La qualità di un olio extravergine di oliva dipende da molti fattori: l’ambiente, la cultivar, la tecnica agronomica, l’epoca e il sistema di raccolta, la durata e le modalità di conservazione delle olive, la tecnologia di trasformazione e la modalità di conservazione dell’olio sono i più importanti.

Un olio pregiato si ottiene dalla scelta adeguata dell’ambiente di coltivazione e delle cultivar.

Ma non basta. Bisogna evitare attacchi parassitari, raccogliere le olive nel periodo ottimale, effettuare la raccolta delle olive dall’albero e non a terra, mettere le olive raccolte in cassette di plastica forate e non in sacchi, conservarle in ambienti freschi e ventilati, fare la molitura entro 24-48 ore e gestire adeguatamente i sistemi estrattivi, curando in particolare l’igiene, il limitato contatto con l’ossigeno e il controllo delle temperature.

Fonte: Oro Verde dell’Umbria